La mia pandemia 10

Autocertificazione e stato di guerra Non credo sia un caso che abbiano scelto un uomo di bell'aspetto, con una parlantina sciolta e il sorriso amichevole, per impersonare il capo del governo durante l'inizio della psicopandemia. Giuseppe Conte è telegenico e soprattutto non ha precedenti politici, sembra venire dal nulla, è inattaccabile per quanto riguarda il…

La mia pandemia 9

Io resto a casa ''Le nostre abitudini vanno cambiate ora. Dobbiamo rinunciare tutti a qualcosa, per il bene dell'Italia. E quando parlo dell'Italia parlo dei nosti cari, dei nostri genitori, dei nostri nonni. Lo dobbiamo fare subito, e ci riusciremo solo se tutti collaboreremo e ci adatteremo subito a queste norme più stringenti. (…) Se…

La mia pandemia 8

La morte della salute, 8 marzo 2020 L'8 marzo 2020 potrebbe segnare simbolicamente la data della morte della salute intesa come stato di non malattia. Da questo giorno in poi, i cittadini italiani non saranno più suddivisi in sani e malati, bensì in malati e potenziali malati, oppure in malati e malati fino a prova…

La mia pandemia 7

Sarebbe stato tutto diverso se... Il 21 febbraio 2020 Vo' Euganeo, un paesino nella provincia di Padova, diventa famoso per il probabile paziente zero, un pensionato di nome Adriano Trevisan, che muore per complicanze legate anche al coronavirus. Il 23 febbraio il comune viene messo in isolamento, mentre le scene delle transenne, dei militari, della…