Circa trent’anni sono passati da quando lessi Fontamara di Ignazio Silone. Di tutto il romanzo, essendo passato troppo tempo, ahimé, ricordo solo una scena, quella che di tanto in tanto racconto ai miei studenti, quando voglio far passare loro il concetto di ignoranza come male assoluto. In questa scena i poveri cafoni di Fontamara vengono raggirati dall’avvocato di turno che risolve la questione del loro diritto a ricevere l’acqua del fiume per irrigare i campi, attraverso un voluto errore matematico: l’acqua sarà divisa in parti uguali tra loro, i cafoni, e i proprietari terrieri che gliel’hanno sottratta illegalmente, ovvero ”tre quarti e tre quarti”!

Ovviamente io la racconto sperando che i miei studenti almeno le frazioni le sappiano svolgere, e intanto incrocio le dita!

Ma tornando a noi, quanto è attuale Fontamara? Quanto la nostra Italia è ancora affossata in un’ignoranza che magari non arriva a non conoscere le frazioni, ma che si manifesta nell’accettazione passiva di ogni illegalità o ingiustizia, come se non esistesse soluzione alcuna alla prepotenza e all’avidità del cosiddetto ceto alto?

Io credo che sia attualissima, per questo registrerò dei brani, vorrei realizzare dei podcast, in realtà, vediamo se riesco, altrimenti restiamo con i miei video molto amatoriali.

A presto!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...